Home / News / Verifiche periodiche: pubblicato il 15esimo bando dei soggetti abilitati
verifiche periodiche impianto frigo

Verifiche periodiche: pubblicato il 15esimo bando dei soggetti abilitati

Verifiche periodiche: pubblicato il 15esimo bando dei soggetti abilitati

Con il Decreto direttoriale n. 101 del 1° dicembre 2017 – emanato di concerto tra le competenti Direzioni Generali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, del Ministero della Salute e del Ministero dello Sviluppo Economico – è stato adottato il quindicesimo elenco, di cui al punto 3.7 dell’Allegato III del Decreto interministeriale 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro ai sensi dell’art. 71, comma 11, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.

Il Decreto direttoriale si compone di sei articoli:

  • all’ articolo 1, è rinnovata l’iscrizione per i soggetti che hanno tempestivamente e regolarmente trasmesso la documentazione richiesta e per i quali la Commissione, di cui al Decreto interministeriale 11/04/2011, ha potuto tempestivamente concludere la propria istruttoria;
  • all’articolo 2, è rinnovata l’iscrizione con sospensione parziale dell’abilitazione per i soggetti che hanno tempestivamente e regolarmente trasmesso la documentazione richiesta e per i quali la Commissione, di cui al Decreto interministeriale 11/04/2011, ha potuto tempestivamente concludere la propria istruttoria con esito parzialmente favorevole;
  • all’articolo 3, sono apportate le variazioni alle iscrizioni già in possesso sulla base delle richieste pervenute nei mesi precedenti;
  • all’articolo 4, è decretato l’inserimento ex novo, della società ivi indicata, nell’elenco dei soggetti abilitati;
  • all’articolo 5, è specificato che con il presente decreto si adotta l’elenco aggiornato, in sostituzione di quello adottato con il Decreto direttoriale n. 78 del 20 settembre 2017;
  • all’articolo 6, sono riportati, come di consueto, gli obblighi cui sono tenuti i soggetti abilitati.

L’ elenco adottato in allegato al suddetto Decreto sostituisce integralmente il precedente elenco allegato al Decreto direttoriale n. 78 del 20 settembre 2017.

Ricordiamo che il datore di lavoro deve rivolgersi all’Inail per la prima verifica, per le successive ad Asl/Arpa o ai soggetti, pubblici o privati, abilitati; la periodicità con la quale dette verifiche devono essere effettuate è indicata nell’ allegato VII al d.lgs. 81/2008 e s.m.i.
Per l’effettuazione della prima verifica periodica l’Inail può avvalersi dei soggetti pubblici o privati abilitati, come previsto dal d.m. 11 aprile 2011 e indicati nel suddetto Decreto direttoriale.
Sono di competenza del datore di lavoro:

  • la comunicazione di messa in servizio dell’attrezzatura di lavoro all’unità operativa territoriale Inail competente (Uot) secondo l’apposita modulistica specifica per ciascuna tipologia di attrezzatura.
  • la richiesta della prima delle verifiche periodiche all’unità operativa territoriale Inail competente (Uot), almeno sessanta giorni prima della scadenza, attraverso i moduli specifici.

Entro 45 giorni dalla richiesta di prima verifica periodica l’Inail, in qualità di titolare dell’attività, può effettuare direttamente la prestazione o avvalersi del soggetto, pubblico o privato, abilitato scelto dal datore di lavoro nell’elenco regionale pertinente e specificato nella richiesta.

Per informazioni e delucidazioni ulteriori, i Soci possono far richiesta tramite il servizio di Ticketing nella sezione “gestione e documentazione impianti”, sezione “Conformità CE delle apparecchiature”.

Fonte

Riguardo a NI.MA. Cold

NI.MA. Cold
Frigorista specializzato nell'installazione, riparazione e manutenzione di impianti di refrigerazione e raffreddamento, dedicati al mantenimento di generi alimentari e non solo.

Guarda anche

refrigenerazione magnetica

Termodinamica: in futuro non solo elettricità per affrontare il freddo

Termodinamica: in futuro non solo elettricità per affrontare il freddo Più di 100 esperti da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *