Home / Impianti frigoriferi / Impianti frigoriferi: le norme EN 378 per la sicurezza e l’ambiente
impianti frigoriferi

Impianti frigoriferi: le norme EN 378 per la sicurezza e l’ambiente

Impianti frigoriferi: le norme EN 378 per la sicurezza e l’ambiente

E’ sempre più richiesta professionalità e sicurezza nel settore del freddo ma anche una maggiore attenzione da parte delle autorità competenti e l’emissione di nuove regolamentazioni e direttive.

A livello internazionale, i requisiti per la sicurezza e la salvagurdia dell’ambiente nella progettazione, costruzione, installazione e funzionamento degli impianti frigoriferi sono regolamentati dalla norma ISO 5149 “Refrigerating systems and heat pumps – Safety and environmental requirements”.

Nello specifico, la norma stabilisce i limiti della quantità di refrigerante consentita in tali sistemi nelle varie ubicazioni e classi di occupazione.

Inoltre, vengono definiti i criteri per l’utilizzo in sicurezza e le varie raccomandazioni di protezione dell’ambiente per i vari refrigeranti usati nei settori della refrigerazione, condizionamento dell’aria e nelle pompe di calore.

Lo standard europeo per la sicurezza degli impianti frigoriferi è la EN378, denominata “Sistemi di refrigerazione e pompe di calore – Requisiti per la sicurezza e l’ambiente”.

Impianti frigoriferi: UN EN 378-1:2017

Nella prima parte vengono specificati i requisiti per la sicurezza delle persone e dei beni, fornendo una guida utile per la tutela dell’ambiente e stabilendo procedure per il funzionamento, la manutenzione e la riparazione di impianti di refrigerazione e il recupero dei refrigeranti.

La denominazione “refrigerante del sistema” utilizzato nella presente norma europea, comprende le pompe di calore.

UNI EN 378-2:2017

La seconda parte della norma, specifica i requisiti per la sicurezza delle persone e dei beni, fornendo una guida per la tutela dell’ambiente e stabilendo le procedure per il funzionamento, la manutenzione e la riparazione di impianti di refrigerazione e recupero dei refrigeranti.

UNI EN 378-3:2017

La terza parte ricopre i requisiti dei luoghi di installazione delle apparecchiature come per esempio le sale macchine, definendo le specifiche per l’aerazione, le porte, gli accessi, l’illuminazione, gli allarmi e i rilevatori.

Inoltre riporta anche come dev’essere equipaggiato il personale che effettua le operazioni.

UNI EN 378-4:2017

Per finire la parte 4, in cui vengono considerate le istruzioni operative e la documentazione per la corretta conduzione e manutenzione dell’impianto.

Un’ampia parte è poi dedicata alla gestione del gas refrigerante nelle sue operazioni di recupero, riciclo, rigenerazione, trasporto, stoccaggio e smaltimento.

Hai bisogno della manutenzione impianti frigoriferi?

Rivolgiti a NI.MA Cold, il punto di riferimento per tutta la provincia di Rovigo!

Riguardo a NI.MA. Cold

NI.MA. Cold
Frigorista specializzato nell'installazione, riparazione e manutenzione di impianti di refrigerazione e raffreddamento, dedicati al mantenimento di generi alimentari e non solo.

Guarda anche

impianti frigo per macellerie

Impianti frigo per macellerie: installazione, riparazione e manutenzione

Impianti frigo per macellerie: installazione, riparazione e manutenzione I banchi e le celle frigorifere sono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *