Home / News / L’azienda che vende il freddo fino al nord Europa
lu-ve refrigerazione industriale

L’azienda che vende il freddo fino al nord Europa

L’azienda che vende il freddo fino al nord Europa

Non ce ne rendiamo conto, ma è un fatto sotto gli occhi di tutti: una società evoluta vede aumentare la sua esigenza di freddo, refrigerazione, raffreddamento, come si voglia dire.

Non solo nelle case, nei negozi, negli alberghi, ma anche e soprattutto nei luoghi delle alte tecnologie, dove le temperature devono essere controllate e costanti per permettere a computer, centrali, data center di lavorare in efficienza assoluta.

Oggi l’aria condizionata è un’esigenza primaria per tutti, specie d’estate: ma la sua importanza va oltre al semplice benessere delle persone, e coincide spesso con i concetti di salubrità e di sicurezza.

LU-VE

Quello della refrigerazione industriale e commerciale è un settore in amplissima espansione in tutto il mondo, e in Lombardia, a Uboldo, presso Varese, c’è una delle cinque più importanti aziende internazionali: si chiama Lu-Ve (che significa Lucky Venture, impresa fortunata, un nome beneaugurante), è stata fondata nel 1986, occupa con le controllate 2400 dipendenti, ha dieci stabilimenti di cui cinque in Italia, esporta in oltre cento Paesi, ha un fatturato di oltre 251 milioni. È titolare di una serie di brevetti che l’hanno via via rafforzata sul piano della competitività.

La refrigerazione è un processo piuttosto complesso che prevede la compressione di un gas e il suo passaggio in uno scambiatore di calore; il freddo si ottiene dalla trasformazione del gas in liquido, e viceversa, mentre il condensatore estrae e disperde il calore.

Visivamente si tratta di serie di serpentine in rame, fatte di tubicini saldati uno a uno, che possono avere svariatissime dimensioni e modulazioni «in batteria». Dal banco-frigo del supermercato alle gigantesche macchine per le grandi navi.

I clienti di Lu-Ve sono i più vari: suoi impianti sono installati all’aeroporto di Gedda in Arabia Saudita, al nuovo Canale di Panama, all’Eliseo, al teatro Bolshoi di Mosca, alla Fiera di Francoforte.

Per le più importanti fabbriche d’auto di alta gamma sono di Lu-Ve le gallerie del vento e il raffreddamento dei processi industriali. È stata anche la prima azienda ad applicare l’elettronica ai motori-ventilatori, ottenendo di dosare la temperatura: prima era tutto limitato ai comandi all’on-off.

Un brevetto essenziale per dare a carne, pollame, pesce, funghi, fiori, frutta e verdura esattamente i gradi ottimali per la conservazione, sopra o sotto zero. Nello show room in azienda si vede come sia possibile assicurare il ricambio d’aria nella sala operatoria di un ospedale, aria che viene sanificata assorbendo quella infetta e immettendo quella pulita, con una temperatura controllata al decimo di grado. Anche qui, tecnologie «made in Uboldo».

Tutto ha avuto inizio 32 anni fa grazie a Iginio Liberali, classe 1931, uomo d’ingegno e di cultura che dalla sua storia personale ha saputo trarre i migliori insegnamenti.

La catena del freddo, nel settore alimentare, comincia nei luoghi di produzione, con lo stoccaggio dei prodotti, poi continua nel trasporto, nei centri di distribuzione, nei depositi, fino al banco del supermercato. «Noi siamo presenti in tutta la catena, anche nelle pareti in vetro degli armadi per surgelati» sottolinea il presidente, ed espone dei dati che rendono l’idea delle enormi potenzialità di crescita. «Noi ci occupiamo di prodotti che danno benessere alla gente, cibo, ambiente, medicinali. Ma nel mondo solo un miliardo di persone su 7 possiede queste dotazioni. La spesa pro capite per refrigerare, negli Stati Uniti è di 36 dollari, in Europa di 12, in Russia di 5, nel resto del mondo Cina, India, Sud America 3 dollari. Noi consideriamo come Paesi promettenti quelli dove il tasso di sviluppo di questi consumi sia 2-3 volte la crescita del Pil. In Cina il Pil cresce del 7%, la refrigerazione del 20%. E in Cina noi esportiamo da trent’anni».

Fonte

Riguardo a NI.MA. Cold

NI.MA. Cold
Frigorista specializzato nell'installazione, riparazione e manutenzione di impianti di refrigerazione e raffreddamento, dedicati al mantenimento di generi alimentari e non solo.

Guarda anche

verifiche periodiche impianto frigo

Verifiche periodiche: pubblicato il 15esimo bando dei soggetti abilitati

Verifiche periodiche: pubblicato il 15esimo bando dei soggetti abilitati Con il Decreto direttoriale n. 101 del 1° dicembre 2017 – emanato di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *